A scuola lezioni di gioco responsabile



Parlando di un rapporto presentato dall’Associazione Libera, presieduta da Don Ciotti, appena pochi giorni fa, avevamo avuto modo di rilevare come in Italia il numero di persone colpite da dipendenza da gioco, nonchè di coloro potenzialmente già “inseriti” sul crinale della dipendenza è decisamente alto.

Con ogni probabilità sono già quasi 800mila i nostri concittadini che rischiano a tutti gli effetti di soffrire di questa grave forma di dipendenza, con altre 2 milioni di persone potenzialmente instradate sullo stesso percorso. Sappiamo anche, per esperienza diretta e storica che nella maggior parte dei casi imporre misure molto restrittive non produce alcun esito tra quelli desiderati se non quando si ottiene l’effetto esattamente opposto.

La prevenzione ancora una volta sembra la strada maestra da battere. In questo contesto è interessante parlare di un’indagine svoltasi nella provincia di Imperia da parte del grande portale Skuola.net; si è scoperto che in quel territorio un minorenne su 10 gioca regolarmente a gratta e vinci, slot machine e poker online. Spendendo in media cifre comprese tra i 30 ed in 50 euro.

Una situazione che ha effettivamente allarmato la polizia postale della zona che ha deciso di mobilitarsi per tenere una serie di lezioni in diverse scuole, proprio sui rischi connessi a gioco e dipendenza. Gli agenti nei prossimi giorni visiteranno le scuole medie inferiori e superiori della provincia ligure e terranno lezioni sulle insidie del web, incentrate anche su divieti e pericoli del gioco d’azzardo on line specie se praticato quando si è troppo giovani o facendo riferimento a siti che non presentano le necessarie garanzie di sicurezza ed affidabilità.