Andamento mercato Poker Cash Game



La raccolta complessiva del poker cash game italiano continua a diminuire in valore assoluto dall’inizio dell’anno; un andamento in parte dovuto alle ristrettezze economiche, in parte ad un piccolo “ritorno di fiamma” nei confronti del poker online in modalità torneo.

 

Nel mese di maggio la raccolta complessiva è stata di 697 milioni di euro, in leggera ripresa rispetto ad aprile ed i primi mesi del 2012 che avevano visto questo settore del gaming contrarre progressivamente le proprie capacità di attrazione, perdendo nel complesso il 25% della raccolta rispetto al periodo di lancio, nel luglio del 2011.

 

PokerStars si conferma una volta di più l’operatore leader nel nostro mercato, con una percentuale del 26,33%. Al secondo posto troviamo invece People’s Poker, con una quota del 24,41%, leggermente in decrescita rispetto al 25,85% del mese di aprile. I due operatori, in ogni caso, detengono una quota di mercato superiore al 50% della raccolta complessiva nel nostro paese, pur con una piccola “decrescita aggregata” rispetto all’inizio dell’anno.

 

In terza posizione c’è Lottomatica, con una quota del 14,16%, più dietro invece il poker network I-Poker, in calo di oltre un punto percentuale rispetto al mese di aprile, con una quota del 13,21%. Quinta posizione per Ongame (12,73%).

 

Scendendo via via nella classifica degli operatori più “diffusi”, al sesto posto troviamo Gioco Online Italia, con una quota del 6,48% che segna una crescita di oltre 1 punto rispetto al mese di aprile; al settimo posto invece GiocaSette, con 1,26%, all’ottavo Party Poker (0,86%) ed in chiusura, nona posizione, PKR che detiene lo 0,26% delle quote di mercato del poker cash game italiano.