Liquidità internazionale per il poker online in Europa nel 2013



A Natale 2012 c’è stato un clamoroso calo delle spese per il poker online che va dal -20% al -50%. E’ quanto emerge da una indagine sui mercati del poker online in Italia (leggi qui), che però, al contrario di quanto si possa pensare, non mette solo la crisi economica al centro delle cause di questo trend negativo. Ci sono infatti anche i social network, che hanno sottratto un -3% di traffico giocatori al poker online, specie grazie a tante nuove app di intrattenimento sempre più evolute; le slot machines, che hanno avuto un boom proprio a dicembre 2012 grazie alle liberalizzazioni; i videogiochi, che hanno conquistato una importante fetta di tempo libero degli italiani. A queste cose, sì, possiamo aggiungere la crisi economica che in generale ha ridotto i consumi per l’intrattenimento e il gambling.

Qualcosa però potrebbe smuoversi già a gennaio: c’è un interessante piano di azione da parte della Commissione Europea per migliorare la disponibilità delle piattaforme di gioco su Internet, e rendere internazionale la liquidità di denaro dei giocatori. Una sorta di globalizzazione continentale del poker online che dovrebbe risollevare le sorti del settore. Leggi qui per saperne di più.
PokerTableOpenSource