Previsioni poker online tornei 2012



Che anno ci aspetta pensando al poker? Beh non è possibile fare una previsione omnicomprensiva di quello che potrebbe essere o sarà il 2012 in ogni possibile ambito del tavolo verde, sia esso reale o virtuale.

Possiamo però ad esempio tenere presenti alcune tendenze che conosceranno sicuramente un robusto sviluppo, ad esempio la possibilità di fare interagire via via di più i giochi d’azzardo online e la televisione. Winga ha il primato in questo ambito ma c’è da dire che gli ultimi mesi hanno visto una progressiva contrazione del volume di gioco in ambito televisivo (e non solo). C’è tuttavia ancora molta fiducia in questa modalità di gioco e Winga si sta attrezzando per far vivere quanto più possibile ai “giocatori” televisivi l’esperienza “complessiva” dell’essere all’interno di un vero casinò senza che gli avventori debbano scomodarsi a lasciare la propria abitazione.

Se pensiamo al poker online, guardando al nostro mercato c’è una certa stabilità almeno nelle zone alte dei provider più usati, con Microgame costantemente tallonato da PokerStars (che indubbiamente pensa al sorpasso).

E’ dagli Stati Uniti tuttavia che ci si attendono le novità più rilevanti che passano indiscutibilmente per un nome già molto noto: Full Tilt. Sono ben note le vicende che hanno portato alla chiusura della grande poker room ed il successivo tentativo di salvataggio da parte del vulcanico magnate francese Bernard Tapie. Che ha effettivamente rilevato in toto l’azienda lo scorso novembre e che ora, sicuramente, tenterà ogni strada per effettuare un clamoroso rilancio. A partire dal un gigantesco torneo live al Wembley Stadium di Londra atteso per il settembre del 2012.

Il tempo passa e questa grande iniziativa, inizialmente bollata come boutade sta acquisendo una consistenza via via maggiore e proponendosi di fatto come il più grande evento live dell’anno e forse della storia.