Video tutorial: come bluffare al river



Non ricordo che lo diceva: per bluffare a poker non devi usare le carte. E aveva ragione. Si bluffa a poker con i soldi, con il linguaggio del corpo, con qualche parola pronunciata. Si comunica uno status e lo si monetizza, come se tra le mani avessimo per davvero “quel” punteggio. A poker texas hold’em è tutto più semplice: come bluffare a poker con delle carte scoperte sul tavolo? Le si utilizzano per “disegnare” un punteggio all’avversario. Il quale, per capire se voi facciate o meno sul serio, guarda il vostro comportamento e la vostra puntata. Quanto fin qui detto rientra perfettamente nell’esempio che trovate. Cliccate sulla clip che segue: protagonista è Tom Dwan, ai tempi di Full Tilt Poker conosciuto anche come “Durrr”. Dwan mette in atto il più classico dei bluff, quello al river, “cotto a rilento”, una puntata alla volta, per far sì che il pesce abbocchi all’amo. Tecnicamente parlando si tratta di un “doppio bluff”, avendo due “quasi – punteggi” con i quali bluffare. Guarda e impara:

0 (3)