In Svizzera il poker live è diventato legale

Non ha messo tanto in queste prime ore della mattinata perché la notizia della legalizzazione del poker live in Svizzera facesse il giro del web.

Presto i nostri vicini di casa potranno dar vita a nuovi tornei di texas hold’em organizzati dal vero, tornei fino ad oggi consentiti soltanto in una stretta cerchia di iscrizioni presso i casinò nazionali.

L’unione delle sigle associative e dei circoli di gioco però ha ottenuto questo importante risultato:

non sarà più vietate organizzare tornei dal vivo e tutto ciò che ne comparta (pagare i dealer, decidere i premi e i rimborsi tornei, gestire tavoli e personali di servizio).

La notizia è interessante perché la mobilitazione per arrivare a questo traguardo è cominciata neanche due mesi fa. Il Governo svizzero, veloce, concreto ed efficace nel prendere decisioni, ha deciso di rispondere così a queste sottolineature che ricordavamo sempre più come il poker live avesse una stratosferica domanda di mercato.

La situazione in Italia è invece quella che conosciamo: la AAMS ha fatto girare una circolare presso le Questure italiane per vietare il poker live, far chiudere circoli che organizzano tornei privati e congelare ogni tipo di regolamentazione dei circoli di gioco. Il motivo? Indovinate un po’, non siamo così maliziosi da trarre conclusioni.

Ad ogni modo sta nascendo in Svizzera una piccola Las Vegas, mentre in Italia siamo ancora fermi alla tombola con prosciutti e zamponi. Terzo millennio ti vogliamo tanto bene.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica