Nuove regole AAMS poker online 2012

Voci in questo senso erano in giro dallo scorso marzo ed ora effettivamente sono arrivate delle grandi novità per il mondo del poker online italiano, con nuove regole provenienti direttamente dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato atte a disciplinare i “giochi di abilità” ed i “giochi di carte” nel caso in cui siano organizzati in modalità diversa dal torneo “con partecipazione a distanza”.

Cosa cambia? Anzitutto il ruolo dei “famosi” EVA, gli enti certificatori che con delega rilasciata da AAMS conferivano idoneità su hardware, software e skin delle poker room legali. Se prima era AAMS ad occuparsi direttamente della certificazione, una volta rilasciata la licenza, adesso tutto è in carico agli stessi operatori che però vedono la loro attività appesantirsi ulteriormente rispetto alle già non facili condizioni del passato.

Skins e concessionari dovranno essere ricertificati entro il mese di dicembre ed a questo proposito AAMS ha diffuso una lunga lista di regole cui i soggetti licenziatari dovranno attenersi per svolgere il loro ruolo ed ottenere un nuovo via libera (stante il fatto che “l’ultima parola” spetterà sempre e comunque ad AAMS. E’ interessante a questo punto far riferimento direttamente al comunicato in questione:

“La certificazione deve essere richiesta direttamente dal concessionario che deve rivolgersi ad un EVA, riconosciuto come tale da AAMS.[…] La certificazione di idoneità rilasciata dall’EVA non sostituisce in alcun modo l’autorizzazione rilasciata da AAMS al termine del processo che si conclude con il rilascio del titolo autorizzatorio [sic], che costituisce l’unico titolo per l’esercizio della raccolta dei giochi di abilità a distanza”.

Le cose quindi vanno anche parzialmente ad accelerarsi, almeno per coloro che hanno intenzione di acquistare una licenza. Tutto cambia però se l’argomento diventano le skin. Sempre facendo riferimento al comunicato in questione, i tempi sembrano dilatarsi, non poco:

“Tutte le skin e le interfacce appartenenti ad una singola concessione devono essere verificate per certificarne la rispondenza ai requisiti […] nonché l’assenza di chiamate a funzioni non precedentemente certificate. E’ compito del concessionario inoltrare all’EVA apposita richiesta comprensiva dell’elenco delle skin delle quali si chiede la verifica, e rendere le stesse disponibili. L’EVA indicherà, nel certificato, le skin verificate. Inoltre, anche nel caso di utilizzo di più skin, permane il divieto di stipulare più di un contratto tra uno stesso giocatore e il concessionario”

Nuove regole quindi, che talvolta non vanno a semplificare granchè la vita degli operatori di settore.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica