Verso il mercato europeo del poker online

Per la metà del mese di ottobre la Commissione Europea metterà in campo un piano d’azione riguardante il mercato del poker e del gambling online. Qualcosa di potenzialmente storico, con un’unificazione complessiva dei diversi regolamenti sul gioco online. E a questo proposito, la Commissione, sta esercitando importanti pressioni sul Parlamento.

A metà ottobre è atteso il piano di azione da parte della Commissione Europea per il poker ed il gambling online. Il testo è pronto ed alcuni lo hanno definito storico: siamo ad una svolta epocale sulla regolamentazione del gioco su internet? L’esecutivo sta agendo su pressioni forti del Parlamento di Strasburgo e non solo. Scopo un “nuovo” mercato unico.

Uniformazione delle regole, per creare un’area protetta e regolamentata, con tante possibilità in più per i singoli operatori nazionali. Ma sicuramente le difficoltà non mancano, a cominciare dal fatto che gli operatori dovranno essere in grado di offrire prodotti quantomai attraenti per distruggere definitivamente la concorrenza dei siti illegali. In più, cosa non da poco, si renderà necessaria una tassazione equa ed uniforme, oltre ad un sistema per condividere la liquidità a livello transnazionale.

Gli operatori di settore, comunque, sono in prima linea per chiedere alla Commissione una progressiva riduzione della frammentazione dell’area euro, oltre alla messa in funzione di normative più stringenti in materia di tutale dei consumatori. In effetti, il fatto che esistano 27 mercati interni differenziati è qualcosa di anacronistico. E Bruxelles, sempre molto attenta a garantire l’effettiva libera circolazione di merci e lavoro non può certo chiudere gli occhi davanti ad un mercato che, seppur “immateriale” è in costante crescita.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica